“Anonima su ferite”, le piaghe della società con gli occhi di un’assistente sociale

di Miriam Borrelli “Anonima su ferite” è sfrontato, non ha peli sulla lingua, dal linguaggio colorito e pieno di emozioni incontrollate; dà l’occasione di vedere – attraverso una finestra dalla quale possiamo solo affacciarci e osservare da lontano – le sofferenze e la povertà che non sono poi così distanti da noi ma che sonoContinua a leggere ““Anonima su ferite”, le piaghe della società con gli occhi di un’assistente sociale”

“Porte Aperte”, di Leonardo Sciascia

di Ilenia Di Feola Ambientato a Palermo nel 1937, in pieno regime fascista, “Porte Aperte” è un romanzo di Leonardo Sciascia. Lo scrittore intreccia il racconto di un processo con una riflessione sul dramma individuale e collettivo dell’atto del giudicare.  Protagonisti del romanzo sono un assassino reo confesso di tre omicidi, fra cui la moglie,Continua a leggere ““Porte Aperte”, di Leonardo Sciascia”

“Norwegian Wood”, di Murakami

di Francesca Palmesano Norwegian Wood, edito Einaudi, è uno dei più clamorosi successi letterari giapponesi di tutti i tempi, un libro intimo per Murakami. E’ anche un romanzo sull’adolescenza, sul conflitto tra il desiderio di essere integrati nel mondo degli “altri” e il bisogno irrinunciabile di essere se stessi. Toru è continuamente assalito dal dubbioContinua a leggere ““Norwegian Wood”, di Murakami”

“L’amico ritrovato”, di Fred Uhlman

di Alessia Palmesano “Tutto ciò che sapevo, allora, era che sarebbe diventato mio amico”, è la celebre frase che fa da sfondo al libro L’amico ritrovato di Fred Uhlman. E’ un romanzo dal carattere di semplice portata. Edito da Feltrinelli e pubblicato nel 1986 in Italia, è ambientato in Germania intorno agli anni ’30 eContinua a leggere ““L’amico ritrovato”, di Fred Uhlman”

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito